Addebito della separazione per l’alcolista cronico

figliAddebito della separazione

Marito alcolista cronico ? Merita la separazione con addebito

La Cassazione non ha dubbi: anche se il marito dipendeva dall’alcol prima delle nozze, aver proseguito questa condotta senza cercare soluzioni merita di essere punita con l’addebito

Essere un alcolista cronico e non manifestare nessuna volontà di cambiare e di porre un freno all’abuso può essere sufficiente affinché la moglie chieda e ottenga la separazione con addebito ?

Una questione legale che si è trascinata fino alla Cassazione e di recente è arrivata la parola definitiva che ha dato ragione alla donna, perché la condotta del marito è stata ritenuta riprovevole ma soprattutto condannabile.

Tutto è cominciato quando gli avvocati della donna, della quale non sono state rese note le generalità, hanno presentato formalmente richiesta di separazione. Tra le cause della richiesta quella principale era il comportamento del merito che avrebbe reso impossibile la convivenza sotto lo stesso tetto perché non ha mai fornito nessun contributo materiale e morale alla vita familiare per colpa del suo alcolismo conclamato.

In prima grado però il giudice aveva bocciato la richiesta, motivando la sua decisione con il fatto che in realtà la dipendenza dell’uomo dall’alcol era cominciata molti anni prima del matrimonio e quindi non può bastare di per sé quello per addebitargli in toto la separazione.

Addebito della separazione

Addebito della separazione

L’avvocato familiarista della moglie ha presentato appello e così in secondo grado i giudici hanno condiviso la linea difensiva della donna, stabilendo che invece l’abuso di bevande alcoliche da parte dell’uomo, anche se pregresso al matrimonio e quindi alla convivenza sotto lo stesso tetto, non possa essere sminuito alla luce di quello che ha rappresentato nel tempo sui rapporti tra i due coniugi che hanno portato infine alla richiesta di separazione.

Logico quindi che la vicenda venisse risolta una volta per tutte dalla Cassazione che ha sostanzialmente confermato la sentenza emessa in Appello.

Con l’ordinanza 26883 e che è stata depositata il 22 dicembre 2016 infatti i giudici della suprema Corte hanno espresso la convinzione che non sussista nessun dubbio sulla colpevolezza del marito in questione nella crisi che ha portato la coppia a separarsi.

I suoi abusi con l’alcol sono infatti stati ritenuti una causa evidente del logoramento nel rapporto tra i due coniugi. Secondo quello che si legge nell’ordinanza “la violazione dei doveri coniugali è consistita proprio nell’aver privilegiato la propria dipendenza dall’alcolismo rispetto alla relazione con la moglie”.

Una scelta fatta quindi in maniera conscia, anche se figlia di una sofferenza psichica considerata importante. Ecco perché quindi deve essere valutata dai giudici come causa del laceramento nei rapporti che ha portato alla definitiva rottura. E sulla decisione finale ha pesato anche il fatto che il marito abbia rifiutato qualsiasi possibilità di cura (ad esempio con medicinale alcover) per uscire dal tunnel dell’alcolismo.

Be the first to comment on "Addebito della separazione per l’alcolista cronico"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi